TANGENZIALE 66 è un viaggio coast to coast, tra la Comasina e il west.
TANGENZIALE 66 va dal desert-rock all'alt-folk, passando per blues e psichedelia.
TANGENZIALE 66 è alla sua seconda stagione al Circolo Agorà.

29.03.2019
Dead Cat in A Bag
Un viaggio che sa di whisky e salsedine, tra le strade polverose e i porti malfamati del folk. Lo chiamano folk noir, un cocktail letale di songwriting, country-folk, tex-mex, blues, bluegrass, kletzmer, musica concreta ed elettronica minimale.

Il nucleo è composto da Luca Swanz Andriolo (voce, banjo, chitarra, mandolino, balalaika, melodeon, chumbus), Andrea Bertola (violino, percussioni, campionamenti, cori), Scardanelli (fisarmonica, piano, zaino-batteria, sega musicale, tromba, mandolino, cori).

Il primo album, Lost Bags (Viceversa/Halidon, 2011), prodotto da Marcello Caudullo, vede la partecipazione di Liam McKahey dei Cousteau, di Massimo Ferrarotto dei Feldman e di Ivan Bert. La presentazione avviene in diretta radiofonica nazionale, dal palco del Salone del Libro di Torino, poi la band promuove il disco con concerti propri e aperture ai concerti di Hugo Race, Bonnie Prince Billy, Dad Horse Experience, Fatalists. L’album è nominato per il premio Fuori dal Mucchio e riceve un’ottima accoglienza critica: “Erano un duo post folk, oggi sono un ensemble allargato che centrifuga Waits, Cohen, Lanegan, Tindersticks, chanson francese e teatro tedesco, tex-mex e Balcani. Cantano sogni zingari senza mai essere pretenziosi. Questo è uno dei pochi cd che non mi stanco di ascoltare.” (Massimo Cotto, su Max).

Con Late for a Song (Viceversa/Audioglobe 2014) il suono si evolve: “Né tradizionalisti né sperimentali, i Dead Cat In A Bag fanno musica che sembra esalare dalle ferite nascoste, dai viottoli dimenticati, dalle bettole in cui non entreresti. (…) Il loro percorso si sta facendo interessantissimo”
(Stefano Solventi, Sentireascoltare). Gli ospiti sono Fabrizio Rat Ferrero, Simone Arloiro, Valerio Corzani, Enrico Farnedi, Vito Miccolis. La presentazione avviene in diretta live su Radio Svizzera Italiana. L’album è presente tra i migliori dischi dell’anno, italiani e non, su parecchie classifiche di
fine anno.

La resa live, senza rinunciare al lato raccolto e sperimentale, è calda, teatrale, talvolta persino scanzonata e non di rado divertente. “Le ballate marinaresche, i brani più intimisti e quelli più chiassosi hanno creato un’atmosfera assolutamente singolare, capace di portare gli ascoltatori lontano, dall’Irlanda dei Pogues all’esistenzialismo claustrofobico del primo Nick Cave, passando per carrozzoni gitani, comunque attraverso una cifra stilistica assolutamente personale (e sofferta).”
(Gianpaolo Iacobone, Outsiders).

►►►►►►►►►►►►►►►

TANGENZIALE 66 inizia puntuale alle 22.45 e da mezzanotte diventa FREE ENTRY con il djset di Plasman 51, rigorosamente 100% vinyl.

Plasman FiftyOne from 51beats / Vinyl only
Plasman, electronic music experimentalist since 1997.
51beats staff member.

PREVIOUSLY ON TANGENZIALE 66:
> Emma Morton & the Graces | Don Antonio | The Niro | Supermarket | Carlo Barbagallo | Caboose | Diego Deadman Potron | Mexican Chili Funeral Party | La Muerte Chiquita

►►►►►►►►►►►►►►►

Apertura porte > 22.00
Live > 22.45
Sottoscrizione €5 con tessera arci

Aftershow > 00.00
FREE ENTRY con tessera arci

Via Montegrappa 27, angolo Via Alessandrina
Cusano Milanino
Milano

pre-tesseramento
http://www.agoracircolo.it/index.php/tesseramento

www.agoracircolo.it


Corsi

doposcuola s

 

rovi s

 

pilates s

 

Likeaci su Facebook!